SparkleShare… il backup remoto fai-da-te con Ubuntu!

Soluzioni come Dropbox, UbuntuOne e altre proprietarie sono ottime per avere sempre a portata di mano i propri files ma, la loro limitazione di banda e di dimensione di archiviazione spesso limitano il reale utilizzo. Se si ha a disposizione un proprio server linux sempre connesso alla rete… possiamo crearci un servizio ad-hoc personalizzato!!

Cosa ci serve? Non moltissimo sinceramente: prima di tutto configuriamo il server!!

Prima di tutto installiamo il configuratore dazzle tramite terminale:

sudo apt-get install curl
sudo curl https://raw.github.com/hbons/Dazzle/master/dazzle.sh –output /usr/bin/dazzle
sudo chmod +x /usr/bin/dazzle

A questo punto non ci resta che completare il setup del gestoredazzle con altri due comandi:

sudo dazzle setup
sudo dazzle create NOME_PROGETTO

La configurazione del client, scaricabile dal sito SparkleShare, prevede la possibilità di inserire un proprio server manualmente o di usare uno di quelli pubblici. Scegliamo di crearlo manualmente e diamo come indirizzo: ssh://storage@numero_di_ip:22 e come remote path: /home/storage/NOME_PROGETTO (come indicato da dazzle durante l’esecuzione del comando dazzle create).

Ora non resta che prendere il contenuto del file  presente nella cartella SparkleShare del proprio client (file: Tuo_nome_link_code.txt) ed incollarlo nel terminale quando richiesto dal comando:

sudo dazzle link

Questa operazione è da eseguire per ogni client che si intende connettere al server. Tutto è pronto per la sincronizzazione dei files di una determinata cartella in meno di 5 minuti!!

Esistono le applicazioni per Android, Linux, Windows e Mac OS X… quindi sbizzarritevi!!

Rispondi