Kde Neon – La nuova distro per appassionati KDE!

Se sei uno di quegli utenti affezionatissimi all’ambiente grafico di KDE Plasma e non vuoi perderti nemmeno un aggiornamento?

C’è una distribuzione adatta a te!

KDE Neon – Cos’è?

KDE Neon è la distribuzione Linux ideata e mantenuta direttamente dal team di KDE Plasma ed è basata su una distribuzione stabile di Ubuntu.

È disponibile in quattro varianti, tutte a 64bit, ognuna di queste adatte a certi tipi di utenti:

  • User Edition: basata su una distribuzione stabile, attualmente la 16.04 LTS di Ubuntu, contiene il software KDE Plasma aggiornato all’ultimissima release;
  • User LTS Edition: sempre basata sulla versione stabile di Ubuntu ma, attualmente, con desktop versione 5.8 e le ultime versioni dei software made in KDE;
  • Developer Edition GIT Stable: contiene i software made in KDE aggiornati dal ramo bugfixes (correzione degli errori);
  • Developer Edition GIT Unstable: contiene i software aggiornati dal ramo new features (nuove funzioni).

Per l’utente standard consiglio sicuramente la User Edition che attualmente vede girare KDE Plasma 5.10.0 in maniera egregia.

Provare per credere

Tutte queste release comprendono la funzione LIVE per provare il sistema operativo prima di installarlo.

Un ottimo modo per provare le nuove funzioni del gestore grafico KDE è proprio quello di copiare la ISO all’interno di una chiavetta USB e di avviarlo in modalità dal vivo.

Un comodo installer, praticamente identico a quello di Ubuntu, permetterà di installare in maniera definitiva la distribuzione sul proprio disco fisso.

Perché scegliere KDE Neon a Kubuntu?

Sinceramente Kubuntu l’ho sempre usato pochissimo. Ho riscoperto KDE da poco tempo (vedi articoli in cui ne parlo qui su oculus.it) ed ho notato una certa frammentazione di versioni utilizzate.

Debian 8 utilizza un vecchissimo KDE che niente ha a che fare con le ultime release e, a quanto pare, la Debian 9 in uscita tra pochissimi giorni utilizzerà come base KDE Plasma 5.8.

Kubuntu è aggiornato alla 5.9.5, già molto meglio, ma ricordiamoci che KDE è arrivata alla 5.10.0 come release stabile.

Inoltre, Neon, installa una versione molto minimale del sistema operativo, rispetto alle installazioni standard che siamo abituati a vedere, il resto possiamo installarlo da soli successivamente.

Per tenere aggiornato KDE su Neon è attivato, di default, un repository apposito che contiene la versione aggiornatissima dell’ambiente grafico.

Conclusioni

Sono sicuro che Neon riscuoterà un buon successo, anche se non arriverà ai valori di installazioni vantate da altre distribuzioni storiche, e sicuramente sarà una buona base per tutti gli appassionati dell’ambiente grafico KDE.

E tu hai mai usato KDE Neon? Hai intenzione di scaricarlo e provarlo nei prossimi giorni? Raccontaci la tua esperienza nei commenti.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici utilizzando i pulsanti presenti qui sotto!!

Rispondi